Designer____
Emo Design

Lukasz Bertoli laureato in disegno industriale presso il Politecnico di Milano, svolge esperienze in diversi studi e centri di ricerca tra Austria e Italia, contribuendo al riconoscimento di importanti premi di design quali Red dot design award, IF Award e ADI Index. Nel 2008 unendosi a Carlo Ciciliot, specializzato nell’area marketing, fondano Emo, studio di consulenza in industrial design. Il design thinking di Emo si basa su un approccio alla progettazione orientato al mercato e capace di utilizzare la ricerca di design e l’espressione creativa come strumenti strategici a favore dei propri clienti, tra i quali Falmec, MCZ, FDV Group, Riello Elettronica, Askoll, Jacuzzi, Lorenz.

Il design thinking di Emo design si basa su un approccio alla progettazione market-oriented e capace di utilizzare la ricerca di design e l’espressione creativa come strumenti strategici a favore dei propri clienti. Partendo dal presupposto che il prodotto rappresenta il cuore di un’azienda, lo sviluppo delle soluzioni di design si compone di un insieme di esperienze che richiedono confronto, condivisione, ricerca e metodo, pertanto la creatività è supportata da un preciso percorso progettuale. Emo design si distanzia pertanto da quella categoria di “designer artisti” ispirati oniricamente e si riconosce piuttosto in un “designer chirurgo” che offre soluzioni mirate ai propri clienti facendo leva su tre concetti di base: coerenza, innovazione e partnership.

“La coerenza è il perno principale su cui ruotare l’attività progettuale. Il brand, la storia, il patrimonio tecnologico, le risorse umane ed il mercato di riferimento di un’azienda contengono sempre un fil-rouge, un credo di fondo, a volte chiaro ed a volte inespresso. Il primo passo per ogni progetto è la messa a fuoco di questi valori. Solo in questo modo potranno essere offerte ai clienti delle soluzioni di prodotto cucite su misura. Allo stesso tempo, l’inquinamento comunicativo odierno obbliga al ridimensionamento della quantità di messaggi/significati che un prodotto può offrire. E’ necessario far leva su un’innovazione di design di facile lettura, fortemente memorabile e comprensibile da parte del potenziale cliente. Questo è fondamentale non solo per il prodotto in sé ma per il “sistema prodotto” e quindi anche per il brand. Un posizionamento chiaro e distante dalla concorrenza permette all’azienda di creare un proprio mercato di riferimento praticamente “intoccabile”. Inoltre, la maturità e la continuità in un rapporto di collaborazione tra uno studio di consulenza di design ed il proprio cliente sono la chiave per il raggiungimento del successo reciproco. Solo con il tempo è possibile approfondire al meglio la conoscenza delle reciproche esigenze, l’efficienza del processo e soprattutto l’efficacia dei risultati”.

L’approccio ad ogni innovazione è guidato da una profonda ricerca sulla cultura del consumatore finale, sui suoi desideri e bisogni; facendo leva sulle nuove tecnologie per definire nuovi concetti di prodotto e nuove esperienze. Le innovazioni introdotte attraverso un corretto utilizzo del design si trasformano in vantaggio competitivo per le aziende, allo stesso modo i prodotti acquisiscono un posizionamento chiaro e fortemente credibile.

I progetti di Emo design si caratterizzano per un design pulito e fortemente distintivo. Eleganti e senza fronzoli, sono studiati nel minimo dettaglio con estrema attenzione verso equilibrio formale, ergonomia, affordance ed usabilità. La scelta dei materiali, spesso volta alla dematerializzazione, è condotta da un’ideologia minimalista attenta a ridurre gli sprechi.